Skip to main content
uomo con tuta rossa che fa benzina a una stazione di servizio

4 consigli per risparmiare benzina e ridurre i costi carburante del parco auto

Gestire una flotta aziendale consiste nel coordinare il flusso d’utilizzo di tutti i veicoli, seguirne le manutenzioni, gestire i pagamenti, monitorare i percorsi cercando di ridurre le spese e mantenendo al contempo l’efficienza del servizio e rispettando gli standard di sicurezza. Si tratta di un’attività varia e complessa che, se ben svolta, può aumentare significativamente i profitti dell’azienda.

Per evitare gli errori più comuni nella gestione flotte è fondamentale tenere i dati sotto controllo. Un problema non si può risolvere se non è visibile e misurabile. Per i coordinatori di flotte aziendali è dunque indispensabile l’analisi gestionale e il controllo diretto dei costi.

In questa sede ci concentreremo in particolare su come fare a risparmiare sui costi di carburante.

4 consigli per risparmiare carburante

1. Scegliere la vettura giusta

Non tutti i mezzi hanno gli stessi consumi. In fase d’acquisto, l’azienda dovrebbe puntare a veicoli più recenti possibile che non superino le effettive esigenze commerciali, ad esempio scegliendo un minivan invece di un camion, se quest’ultimo non è strettamente necessario. Non bisogna poi dimenticare di fare attenzione, tra le altre cose, al tipo di motore, agli pneumatici e alla capacità di carico.

2. Pianificare i percorsi

Preparare i tragitti nel dettaglio e in anticipo in base alle distanze da percorrere e le possibilità di rifornimento. Il fleet manager dovrà poi utilizzare a suo vantaggio i dati circa quantità totale stimata e prezzo medio del combustibile, in modo tale da calcolare previsioni future di consumo e rilevare se e in quali casi un mezzo consuma troppo rispetto ai km percorsi. In tal senso dispositivi telematici satellitari sono uno strumento irrinunciabile.

3. Formare gli autisti

Organizzare corsi avanzati di guida sicura per istruire e sensibilizzare gli autisti della flotta e fornire loro una lista di attività da svolgere prima, durante e dopo la guida. Per controllare opportunamente il consumo di carburante serve la collaborazione di tutti. Quanto allo stile di guida, è consigliabile mantenere una velocità quanto più costante possibile durante il tragitto, evitando accelerazioni e frenate brusche, spegnere il motore in caso di soste lunghe e non abusare dell’aria condizionata (che può far aumentare del 25% il consumo di carburante a ogni viaggio).

4. Fare adeguata manutenzione

Anche una corretta manutenzione svolge un ruolo fondamentale per il risparmio del carburante. A tal proposito, si consiglia di effettuare revisioni periodiche al motore, usare lubrificanti e carburante consigliati dai produttori dei veicoli e gonfiare gli pneumatici come da manuale, per assicurarsi che abbiano sempre la pressione ottimale.

Controllare le spese con un software di gestione flotte

Per ridurre il Total Cost of Ownership (TCO) dei veicoli e implementare una gestione strategica della flotta, è consigliabile dotarsi di un software di gestione flotte che concentri in un unico luogo sicuro una grande mole e varietà di dati inerenti a ciascun veicolo.

Il software Fleet Manager nasce da anni di collaborazione con case madri automobilistiche, dove viene usato per il controllo delle assegnazioni e il pagamento delle multe, l’organizzazione di eventi marketing e le assegnazioni di auto a dipendenti e dirigenti. Il software ha integrato nel tempo dispositivi satellitari per la geolocalizzazione, il tracciamento dei percorsi e delle soste di ciascun veicolo, il rilevamento di sinistri in tempo reale e dello stato di carica della batteria.

Se ti interessa vedere una demo di Fleet Manager, contattaci senza impegno!

Commenti (1)

I commenti sono chiusi.

© 2022 Peritus srl
P.I.:IT02708230285